Categoria: Under 16

Categoria Under 16 di Pall. Montagnana. Disputa il campionato provinciale di Padova, Under 16 Silver Girone Blu.

Under15 Pink: Pallacanestro Montagnana 34 – 68 Basket Solesino

Pallacanestro Montagnana 34  –   68 Basket Solesino             

Montagnana: Boggian A. – Nalin M. – Pennisi M. – Garavello M. – Miatton E. – Borin G. –  Filippi F. –  Hafid M. – Toporivsky A. – Carbonaro A. – Ewenike J. – Ladjouzi Y.        Coach: Bianchini R.

1° quarto 10 – 18             2° quarto   4 – 15            

3° quarto 14 – 14             4° quarto   6 – 21                   

Sabato 19 Gennaio, tra le mura di casa, si è giocata la gara tra le nostre ragazze dell’Under15 femminile e la squadra di Solesino. Non è la prima volta che le due squadre si incontrano, anzi: si collabora con Solesino e coach Mattia, fin dall’esordio nel femminile della nostra Società. In palestra un pubblico delle grandi occasioni: gli spalti erano pieni di tifosi entusiasti, sia di casa che ospiti. La partita è stata vinta dalla squadra di Solesino, ma si sono visti enormi miglioramenti nel gioco di casa. Diamo la parola a Coach Bianchini, per alcune considerazioni a caldo. “Coach, cosa ci dice di questa partita?”

“Leggendo la gara è evidente che all’ultimo quarto la squadra è letteralmente crollata. Il primo quarto abbiamo retto alla grande. Il secondo un po’ meno  mantenendoci comunque ad un divario accettabile. Bella reazione del terzo quarto con un ottimo pareggio e poi il quarto di cui abbiamo già detto. Abbiamo attuato una difesa aggressiva  e coinvolto molto le compagne nel gioco d’attacco, sostenendo un ritmo al di sopra delle nostre possibilità. Bene così!!!            

Nel complesso, per chi ci ha sempre seguiti, il miglioramento è evidente, considerando che le precedenti partite il divario si aggirava intorno ai cinquanta sessanta punti.   

Al di là’ della mera cronaca, mi sembra sia giunto il momento di dover seriamente pensare (e convincerci), di vincere qualche partita e non di giocare solamente per il rispetto del calendario. Accrescere il bagaglio tecnico e adeguare a questo una crescita mentale, sono sempre i grandi obiettivi da raggiungere.            

Smettiamo di essere una squadra e iniziamo a sentirci SQUADRA  !!!    

Forza Ragazze !!!! ( e per favore cambiamo urlo …..)”

E adesso una veloce intervista al capitano Margherita Nalin: “Sicuramente siamo migliorate, non soltanto a livello di gioco, ma come squadra: siamo sempre più unite ed è evidente che contiamo l’una sull’altra. Concordo pienamente con quanto detto: è il momento di giocare per vincere e non solo per partecipare! E’ nell’indole di ogni essere umano puntare alla vittoria e voler dare il massimo. Come ci ha insegnato Renzo, De Coubertin è morto e, per noi, con lui anche la frase “L’importante è partecipare”. Dobbiamo smettere di guardare gli avversari entrare in campo e tremare, è il momento di agguerrirci e tirare fuori tutto quello che sappiamo, il resto è solo un blocco mentale: se ci sblocchiamo possiamo fare tutto, anche vincere una partita!”

L’appuntamento prossimo Domenica 03/02/2019 ore 16.00 a Badia Polesine! Non è una trasferta scomoda perciò speriamo di avere un po’ di pubblico al seguito.

Ultima di andata per l’U16M

Sabato 8 dicembre, trasferta a Rovigo contro la capolista per l’Under16 Montagnanese. A dispetto del punteggio finale, penalizzato senz’altro dalla nostra costanza nel non centrare mai il canestro, devo dire che forse questa è stata la miglior gara finora giocata dai nostri ragazzi. Probabilmente, la consapevolezza di non avere nulla da perdere ha fatto si che si affrontasse la partita senza particolari tensioni: sicuramente, abbiamo colto di sorpresa l’avversario con il nostro dominio del gioco ad inizio gara ed infatti, dopo soli 4 minuti di gioco, al punteggio di 0-5, coach Migliorini ha subito chiamato time-out per mescolare le carte del suo mazzo e cambiare gioco consentendoci, nei minuti restanti, di realizzare un solo punto. Un dominio, è giusto precisare, derivato da un buon gioco nostro, non da defaillance dell’avversario, a dimostrazione che “tenendo sotto controllo le emozioni”, nelle gare da giocare potremo fare meglio e avremmo potuto fare meglio in alcune gare inspiegabilmente perse di questo girone di andata.

Ci hanno penalizzato tanto, il parziale del primo (6 punti) e del terzo quarto (2 punti); è anche una buona cosa, vedendo i risultati di Rovigo con altre squadre con le quali noi abbiamo faticato a vincere o perso, aver preso “solo” 68 punti. Abbiamo giocato bene in difesa, specie nei primi due quarti ed eravamo abbastanza pronti ai rimbalzi o ad intercettare i passaggi degli avversari. Per il resto, Rovigo predominava tecnicamente e fisicamente.

Seppure anche loro abbiano sbagliato parecchio, noi abbiamo veramente mancato canestri scontati e perso palloni facili. Dobbiamo davvero darci dentro di più durante gli allenamenti: siamo ormai in una categoria in cui si inizia a giocare il basket da adulti, che non perdona la minima distrazione e lavorare bene in allenamento è fondamentale perchè tanto c’è ancora (giustamente), da imparare. La partita altro non è che la messa in campo di quanto si è appreso durante la settimana, non conta tanto il punteggio ma quello che è importante è verificare il risultato dei nostri sforzi. Perciò testa sulle spalle e andiamo avanti su questa strada, ben determinati ad ottenere le gratificazioni che, lavorando sodo, sicuramente ci guadagneremo.

Sabato 15 dicembre, giochiamo a Solesino la prima di ritorno. La gara di andata non è stata il massimo, ma da allora si è lavorato abbastanza: diamo il nostro meglio, il nostro massimo.

A.S.D. NUOVO BASKET ROVIGO 68 – 31 A.S.D. PALLACANESTRO MONTAGNANA

Pall. Montagnana: Dal Santo 4, Valarin 6 (2). Dovigo 8 (1), Brognara 9, Vecchiato 10, Garolla 11 (2), Pastorello 13, Cattò 14 (2), Paganin 15 (6), Toniolo 16 (16), Pieropan 17 (2), Lupato 19. Coach: Comisso A.

 

Under16 Monselice 44 – 42 Pall. Montagnana

Rieccoci, amici e tifosi della nostra Under16: dopo la brutta sconfitta patita in trasferta contro il Bagnolo domenica scorsa, siamo oggi impegnati a Monselice, in quello che si può chiamare il derby della Rocca,  contro i pari età del Beavers.

Giusto per statistica, i Beavers Monselice li abbiamo già incontrati la passata stagione vincendo sia all’andata che al ritorno, quindi aspettiamoci una squadra che medita la rivincita. Dopo la consueta fase di riscaldamento, i due quintetti sono schierati per l’inizio della partita. Si parte e, dopo pochi minuti di gioco, la nostra squadra è sotto di 6 punti. Evidente, in questo inizio gara, l’incapacità di difendere: perdiamo regolarmente le marcature con conseguenti falli commessi; gli avversari sono schierati nella loro metà campo in modo da impedirci le entrate per il terzo tempo e non possiamo fare affidamento su nostri tiri da fuori area per far salire il punteggio. Il primo quarto scivola via impietoso con un parziale di 6 a 16.

La seconda frazione di gioco è pressoché gemella della prima, nonostante il coach provi più volte a dare una scossa alla squadra con cambi e time out.  Subiamo pesantemente le iniziative degli avversari e anche sugli spalti dobbiamo sopportare il tifo dei locali che, purtroppo, hanno più occasioni di noi per esultare. Il primo tempo finisce, contro ogni aspettativa pregara, con un bagno di sangue: 13 a 31.
Con il morale sotto i tacchi, ci prepariamo alla seconda parte del match,  perlomeno sperando in un risultato finale meno pesante e a una reazione dei ragazzi. Ebbene il bello dello sport è proprio questo:  l’imprevedibilita’, un piccolo particolare che stravolge una gara che sembrava già segnata: Passando dalla difesa a uomo a quella a zona, gli avversari sono colti impreparati; approfittiamo di questo e della ritrovata vena dei nostri ragazzi, per realizzare una rimonta che ha dell’incredibile, confrontata ai quarti precedenti: giocando un quarto perfetto, dove c’è tutto il cuore e l’impegno della nostra squadra, chiudiamo 22 a 6 a nostro favore che significa portare il punteggio a 35 a 37 e partita riaperta.
Gli ultimi 10 minuti di gara sono molto equilibrati, abbiamo speso molto, la fortuna e l’arbitro non ci aiutano, lottiamo fino alla fine, con molta tensione in campo e in tribuna. E’ un testa a testa all’ultimo secondo e non riusciamo a recuperare gli ultimi 2 punti di vantaggio per i Beavers che vincono la loro prima partita di campionato, con il punteggio di 44 a 42.
Che dire….sicuramente potevamo anche vincere, tuttavia il gap dopo il primo tempo era abissale e di più non potevamo chiedere.
Ora rimbocchiamoci le maniche e prepariamoci alla prossima gara.

di Bertazzini G.

Under 16: Pall. Piovese 74 – 23 Pall. Montagnana


Gita domenicale a Piove di Sacco, questo potrebbe essere il titolo dell’articolo relativo alla quarta uscita stagionale della nostra squadra U16, e considerato che c’era anche la sagra di San Martino con tanto di giostre e stand di ogni tipo la gita potrebbe anche starci, purtroppo però c’era anche una partita da affrontare, contro una squadra, la Piovese appunto, che la passata stagione si è aggiudicata in casa nostra la Final Four, sconfiggendoci in semifinale, quindi una compagine da affrontare con la giusta concentrazione e cattiveria agonistica. Ebbene, i nostri giocatori, non sono mai stati veramente in partita, l’approccio alla gara è parso molto superficiale sin dall’inizio, manifestando grosse difficoltà sia in fase di realizzazione che in difesa, tanto che il primo quarto se ne è andato con un parziale di 8 a 21 per la squadra di casa. La musica non è cambiata nella seconda frazione di gioco, nonostante il coach abbia più volte tentato di invertire la rotta con cambi e time out, e al riposo ci troviamo sotto di 26 punti, 14 a 40, partita ormai compromessa. Il terzo quarto ci riesce un po meglio, e per la verità siamo anche più combattivi e attenti in difesa, tuttavia il parziale è sempre negativo: 8 a 13 per la Piovese.

L’ultimo tempo segna la resa definitiva, chiudiamo con un solo punto realizzato e il risultato finale è di 23 a 74 per la squadra di casa.
Una brutta sconfitta davvero, che ci deve far riflettere sul fatto che la gara deve essere preparata anche a livello di concentrazione di ogni singolo atleta, molti sono stati gli errori nelle rimesse, nei passaggi e nelle marcature.
Ora approfittiamo del turno di riposo per ricaricare le batterie e affrontare il prossimo impegno di campionato campionato la dovuta attenzione e determinazione.

di Giuseppe Bertazzini

Under 16: Pall. Montagnana 48 – 41 Pol. UISP Chioggia


E allora, eccoci qua, pronti per il terzo impegno di campionato per la nostra squadra U16 che affronta tra le mura amiche del Palazzetto Ex Gil, il roster Clodiense che la passata stagione ci sconfisse  sia in andata che ritorno. Si respira quindi aria di rivincita e riscatto, ma è anche un metro di valutazione di crescita dei nostri atleti e il parquet darà la risposta.Ritorna in panchina coach Comisso che certamente ha preparato al meglio la gara, sia dal punto di vista tecnico che mentale.

La partita inizia con la nostra squadra completamente imbambolata: palle perse, canestri sbagliati, passaggi inutili portano immediatamente gli ospiti in vantaggio di 6 punti. Dopo 5 minuti di richiami continui quanto inascoltati, coach Comisso chiama time out e fortunatamente sblocca l’impasse della squadra. Un mancato (per un soffio) canestro di Cattò, che fortunatamente subito recupera, è la prima di altre buone azioni Montagnanesi: il tiro libero di Toniolo dimezza la distanza da Chioggia; i 2+2 punti di Paganin prima e Bertazzini subito dopo, portano finalmente Montagnana in vantaggio. Altri 2 punti di Paganin ed un buon rimbalzo di Bertazzini ridanno entusiasmo ai nostri che tengono bene la palla in attacco. A 90″ dal termine del primo quarto, la tripla di Cattò porta il punteggio a 12-6. A pochi secondi dalla sirena, un fallo di Vecchiato e uno di Lupato regalano punti a Chioggia. Il primo quarto si chiude 16-10. Il secondo quarto procede sulla riga del primo: 2 punti segna Chioggia subito, mentre è Valarin a sbloccare il punteggio di casa. Molto combattuto questo quarto, con comunque un buon dominio di Montagnana su Chioggia. Da segnalare, l’incredibile triplona di Toniolo che porta il punteggio a 26-19 in chiusura.

Si riparte con la grinta, per fortuna, che si era consolidata nel secondo quarto e il parziale dopo 8 minuti di gioco è di 14 a 0. Negli ultimi 2 minuti, la giusta rotazione di cambi e un inizio di rilassamento, permettono agli avversari di recuperare una situazione veramente pesante per loro, e chiudiamo il terzo quarto 43 a 26.
Sugli spalti, il pubblico di casa pregusta la vittoria, ma è ancora presto: l’avversario non è domo, e tra i nostri si inizia a sentire una certa stanchezza che incide  sulla lucidità nella fase di attacco provocando errori che agevolano la rimonta finale di Chioggia: il rapporto punti è 1 a 3 per l’avversario ma, quel che conta, è che alla fine portiamo comunque a casa la vittoria, anche se con soli 7 punti di vantaggio: 48 a 41.
Sicuramente una bella partita, in cui abbiamo visto la crescita tecnica della squadra: vero che da metà del primo quarto siamo sempre stati in  vantaggio sull’avversario però, ragazzi, esperienza insegna che non si deve mollare mai, fino alla fine.
Prossima uscita domenica 04 Novembre ore 11.15 a Piove di Sacco. Vamos.

RISULTATI PARZIALI
1° periodo 16 – 10; 2° periodo 10 – 9;
3° periodo 17 – 7; 4° periodo 5 – 15.

Montagnana: Valarin 9, Balestra, Brognara, Vecchiato 2, Zerbinato, Bertazzini 4, Cattò 5, Paganin 20, Toniolo 6, Lupato 2; T.L.: 6/19. All.re: Comisso A. 1° Ass.: Gastaldo G.

Chioggia: Boscolo Pelo, Mosca 5, Miotto 2, Crosara 8, Begheldo, Lodici, Deflorian 2, Finotto 10, Gibin, Signoretto 3, Conte 11; T.L.: 6/23. All.re: Roncato A.

Arbitro: Sorde M.

di Giuseppe Bestazzini e Staff Pall. Montagnana

Under 16: BAM 29 – 41 Pall. Montagnana

Ben ritrovati cari amici del basket a questo secondo impegno di campionato per la nostra squadra U16 che ci vede confrontarci in trasferta sul rettangolo di gioco del BAM, unione di 2 squadre come dice la sigla, Abano e Montegrotto. Non sappiamo cosa aspettarci da questa gara, in quanto non ci sono precedenti recenti fra le due squadre,  all’ultimo minuto abbiamo registrato la defezione di un nostro giocatore e l’assenza del coach titolare. La guida tecnica, quindi, viene affidata ad un monumento della Pallacanestro Montagnana: Gianfranco Gastaldo. Si capisce già dalla fase di riscaldamento come il coach voglia improntare la gara: massima concentrazione e assoluto rispetto delle sue indicazioni di gioco.

Bene! Tutto è pronto, si inizia con i nostri avversari che imprimono un ritmo martellante ai nostri portatori di palla, pressando alto e aggredendo ogni pallone con il chiaro intento di intimorirci. A metà quarto ci troviamo sotto 6 a 0, certamente per nostra imprecisione ma anche per l’aggressività dei giocatori del BAM. E qui, signori, inizia il piccolo capolavoro del nostro coach che sfruttando il minuto a disposizione trasforma il nostro quintetto trasmettendo lucidità e consapevolezza dei propri mezzi, inizia la rimonta e il quarto si chiude 6 a 6.
Dopo i 2 minuti di canonici di sosta, si riprende il gioco; sarà questo il quarto più duro per i nostri atleti, anche per l’infortunio serio di Daniele “Bubi” Bubola che deve lasciare il campo per una distorsione alla caviglia (a questo proposito facciamo un grosso in bocca al lupo per una pronta guarigione e un veloce rientro in campo). Anche questa frazione di gioco è caratterizzata dall’aggressività degli avversari, troppo spesso non rilevata a livello di falli dall’arbitro che concede veramente di tutto (troppo per una squadra giovanile). In ogni caso, non perdiamo la bussola e sapientemente guidati dalla panchina, mettiamo a referto 17 punti contro i 13 del BAM andando a riposo  col punteggio a nostro favore di 19 a 23.
Il terzo quarto è una vera battaglia, anche fisica, sapientemente gestita dal coach con una sapiente rotazione di cambi per far rifiatare i nostri atleti in vista dell’ultimo quarto. E’ dura, ma portiamo a casa un parziale di 9 a 8 che ci permette di galleggiare con un prezioso +5.
Si rientra in campo per l’ultimo spicchio di partita, il più bello, il più significativo, e ritroviamo la nostra squadra più tonica e determinata che mai. Gli avversari non ne hanno veramente più, sfibrati e senza benzina soccombono 9 a 2: è finita ed è vittoria.
Voglio fare i complimenti a tutti giocatori per come hanno saputo soffrire e dare tutto sul campo: è questa la strada da seguire, poi si può vincere o perdere, è vero, ma sempre a testa alta. Infine, davvero, ho visto il coach stremato ma soddisfatto dei suoi ragazzi ai quali ha saputo trasmettere sicurezza e personalità.
Ciao, vi aspettiamo numerosi alla prossima partita Sabato 27 ottobre, in casa contro il  Chioggia.
RISULTATI PARZIALI
1° periodo 6 – 6; 2° periodo 13 – 17;
3° periodo 8 – 9; 4° periodo 2 – 9.
BAM: Pasqualin, Pellegrin, Rigoni 4, Signorile 15, Schiavon 2, Rambaldo, Peruzzo, Zuin, Dione, Casotto 8; T.L.: 1/8. All.re: Malachin G.
Montagnana: Dovigo, Valarin 15, Balestra, Dal Santo, Garolla, Zerbinato, Bertazzini 3, Cattò 4, Paganin 12, Toniolo 7, Bubola; T.L.: 5/20. All.re: Gastaldo G.
Arbitro: Rostellato M.
di Giuseppe Bertazzini

Under 16: Pall. Montagnana 33 – 56 B.C. Solesino

Rieccoci amici e simpatizzanti del basket: si inaugura oggi una nuova stagione ricca di impegni e novità per i nostri atleti, protagonisti  del Campionato Under16 Silver. Per iniziare è doveroso sottolineare il grande sforzo della società A. S. D. Pallacanestro Montagnana che ci dà l’opportunità di vivere e condividere questi bellissimi momenti di sport, aggregazione e amicizia, quindi grazie davvero a tutto lo staff. La novità più evidente e importante, è l’arrivo del nuovo coach Alessandro Comisso alla guida della squadra, al quale diamo il benvenuto con augurio di buon lavoro e un grande in bocca al lupo.
Ci ritroviamo oggi, 13 Ottobre, per il kick off di campionato tra le mura amiche del nostro palazzetto. L’avversario che il sorteggio ci ha riservato in esordio è tutt’altro che morbido: Basket Club Solesino, squadra molto scafata (e ce ne accorgeremo), e solida formata da soli 2003. Bene, ora non è mia intenzione narrare la cronaca della partita in quanto probabilmente chi legge ora, sabato era sugli spalti e ha visto e vissuto la trama dei 4 quarti giocati dalla nostra squadra. Dal punto di vista della preparazione fisica non c’è nulla da dire, anzi; bene si è corso, combattuto, subito falli, spesso ci siamo trovati in superiorità numerica sotto canestro avversario, quindi si è lavorato di sicuro in allenamento. Dal lato dell’autostima e della personalità, invece, ancora bisogna crescere: d’accordo è la prima di campionato ma un po’ di  più si deve osare, aggredire la partita, non temere  il tiro a canestro, migliorare la concentrazione. Credo e sono convinto che i talenti ci siano, dobbiamo usarli.
Ok ragazzi, sabato prossimo sono sicuro che faremo un passo avanti, saliremo di gradino, non si molla!!
Una nota piacevole è stato il pubblico numeroso presente in tribuna, che tifava e sosteneva la squadra, segno di affetto e vicinanza….diamoci dentro anche per loro.
Grazie e alla prossima!!

 

RISULTATI PARZIALI
1° periodo 5 – 18; 2° periodo 2 – 11;
3° periodo 16 – 11; 4° periodo 10 – 16.

 

Montagnana: Dal Santo, Valarin 6, Dovigo, Brognara 2, Vecchiato, Cattò, Bertazzini 6, Lupato 2, Paganin 10, Toniolo 5, Bubola 2; T.L.: 9/15. All.re: Comisso A., 1° Ass.: Gastaldo G.

 

Solesino: Scarparo, Danieli 19, Manzato 5, Pastore 14, Miatton 14, Garavello, Meneghesso 2, Sacco 2, Fiocco: T.L.: 9/19.
All.re: Zamarco S.

 

Arbitro: Frigo A.

 

di Giuseppe Bertazzini