Autore: Sofia

Under15 Pink: Pallacanestro Montagnana 34 – 68 Basket Solesino

Pallacanestro Montagnana 34  –   68 Basket Solesino             

Montagnana: Boggian A. – Nalin M. – Pennisi M. – Garavello M. – Miatton E. – Borin G. –  Filippi F. –  Hafid M. – Toporivsky A. – Carbonaro A. – Ewenike J. – Ladjouzi Y.        Coach: Bianchini R.

1° quarto 10 – 18             2° quarto   4 – 15            

3° quarto 14 – 14             4° quarto   6 – 21                   

Sabato 19 Gennaio, tra le mura di casa, si è giocata la gara tra le nostre ragazze dell’Under15 femminile e la squadra di Solesino. Non è la prima volta che le due squadre si incontrano, anzi: si collabora con Solesino e coach Mattia, fin dall’esordio nel femminile della nostra Società. In palestra un pubblico delle grandi occasioni: gli spalti erano pieni di tifosi entusiasti, sia di casa che ospiti. La partita è stata vinta dalla squadra di Solesino, ma si sono visti enormi miglioramenti nel gioco di casa. Diamo la parola a Coach Bianchini, per alcune considerazioni a caldo. “Coach, cosa ci dice di questa partita?”

“Leggendo la gara è evidente che all’ultimo quarto la squadra è letteralmente crollata. Il primo quarto abbiamo retto alla grande. Il secondo un po’ meno  mantenendoci comunque ad un divario accettabile. Bella reazione del terzo quarto con un ottimo pareggio e poi il quarto di cui abbiamo già detto. Abbiamo attuato una difesa aggressiva  e coinvolto molto le compagne nel gioco d’attacco, sostenendo un ritmo al di sopra delle nostre possibilità. Bene così!!!            

Nel complesso, per chi ci ha sempre seguiti, il miglioramento è evidente, considerando che le precedenti partite il divario si aggirava intorno ai cinquanta sessanta punti.   

Al di là’ della mera cronaca, mi sembra sia giunto il momento di dover seriamente pensare (e convincerci), di vincere qualche partita e non di giocare solamente per il rispetto del calendario. Accrescere il bagaglio tecnico e adeguare a questo una crescita mentale, sono sempre i grandi obiettivi da raggiungere.            

Smettiamo di essere una squadra e iniziamo a sentirci SQUADRA  !!!    

Forza Ragazze !!!! ( e per favore cambiamo urlo …..)”

E adesso una veloce intervista al capitano Margherita Nalin: “Sicuramente siamo migliorate, non soltanto a livello di gioco, ma come squadra: siamo sempre più unite ed è evidente che contiamo l’una sull’altra. Concordo pienamente con quanto detto: è il momento di giocare per vincere e non solo per partecipare! E’ nell’indole di ogni essere umano puntare alla vittoria e voler dare il massimo. Come ci ha insegnato Renzo, De Coubertin è morto e, per noi, con lui anche la frase “L’importante è partecipare”. Dobbiamo smettere di guardare gli avversari entrare in campo e tremare, è il momento di agguerrirci e tirare fuori tutto quello che sappiamo, il resto è solo un blocco mentale: se ci sblocchiamo possiamo fare tutto, anche vincere una partita!”

L’appuntamento prossimo Domenica 03/02/2019 ore 16.00 a Badia Polesine! Non è una trasferta scomoda perciò speriamo di avere un po’ di pubblico al seguito.

Buon Natale!!!!

Si è svolto ieri, in Palestra Ex Gil, l’ultimo allenamento prima della pausa Natalizia, per tutte le squadre della Società Montagnanese. E’ stato un bellissimo momento di incontro e di festa per gli atleti e le famiglie, ma anche un momento di svago da condividere con dirigenti ed allenatori.

Abbiamo iniziato alle 17.00 con il gruppo dei Pulcini, in numero ridotto perchè la loro festa era stata anticipata al giorno prima per conciliare gli impegni scolastici. Michele e Manal sono riusciti a coinvolgerli in giochi così intriganti che non ne volevano sapere, alla fine del loro turno, di abbandonare il campo con grande disperazione dei genitori e altrettanto grande soddisfazione nostra!!

Assieme a loro, nell’altro campo, la squadra dei Cerbiatti, con Alessandro e Roberto, si è cimentata in partite amichevoli 3 vs 3, banco di prova in vista del campionato che inizierà subito dopo le vacanze e che li vedrà impegnati fino a fine stagione. Proprio per tenerli attivi, dalle 18.00 hanno giocato con e contro gli Aquilotti, cavandosela in modo decisamente egregio.

Alle 18.00, anche se già dalle 17.30 scalpitavano in campo impazienti di giocare, i temerari Aquilotti: la squadra capitanata da Fabio e con il sempre presente Francesco, in questo inizio di stagione ha dato prova di carattere e buona volontà: doveroso sottolineare che nonostante 3 allenamenti alla settimana possano sembrare impegnativi, si segnalano poche assenze il che vuol dire che i ragazzini stan bene tra loro e si divertono in campo, che è una delle priorità nostre e del minibasket. Che abbiano portato a casa anche buoni risultati, è una soddisfazione che non può che far piacere a tutti!

Al termine dei giochi, dopo la foto di rito, un ricco buffet preparato dalle sempre brave mamme (senza nulla togliere ai papà), e a tutti gli atleti il regalo da parte della Società.

Dalle 19.00 alle 20.00, sono scese in campo le ragazze dell’Under15 Femminile con coach Renzo e, sotto la guida di coach Comisso, gli Under16, che hanno dato poco prova di cavalleria ma che non hanno avuto sicuramente vita facile scontrandosi con le caparbietà delle nostre Pinky. Alle 20.00, gli e le Under uniti contro la bella squadra dei MaiStufi, capitanata da Gas e composta da genitori e amici e amici-di-amici tutti con la passione comune per il basket (anche se uno di loro ieri sera ha confessato: “un mese fa neanche sapevo cos’era il basket, adesso sto rivoluzionando la mia vita pur di avere il lunedi sera libero!” …CHE SODDISFAZIONE!!!). Dire che si sono divertiti è limitante: ragazzi e ragazze ci hanno dato dentro per togliersi, finalmente, qualche soddisfazione (prettamente sportiva sia chiaro), nei riguardi dei genitori; gli adulti sembrava volessero, più che competere contro i figli, sfidare il proprio destino. A fine partita, erano tutti distrutti ma felici ed affamati, tanto che il buffet (davvero ricchissimo di ogni ben di Dio, ringraziamo chi si è prodigato per organizzarlo), è stato spazzolato via in brevissimo tempo.

Questa prima parte della stagione sportiva è stata davvero impegnativa per tutti: il Minibasket, anche se ha visto scendere in campo per campionato solo la squadra Aquilotti, ha impiegato gran parte delle nostre energie in quanto i cambiamenti attuati quest’anno sono tanti ed importanti e gli istruttori stanno preparando da agosto programmi e lezioni.  Soddisfazione per la squadra Under15 Femminile  (anche se le ragazze non la penseranno forse così, limitandosi a guardare i risultati), perchè è la prima volta che Montagnana riesce a partecipare ad un campionato femminile. La strada è lunga e sicuramente difficile: iniziare a giocare a basket a 12-13 anni non è cosa semplice ma vale la pena tener duro ed andare avanti, con la grinta che decisamente contraddistingue le nostre ragazze.   

Il risultato del nostro lavoro, per loro e per tutti, non è sicuramente il punteggio di fine partita: è la consapevolezza che stiamo lavorando per migliorare. Ed è quello che stiamo facendo anche con la nostra Under16.

Adesso godiamoci tutto questo meritato periodo di riposo per ritrovarci il 7 gennaio belli carichi e pronti ad iniziare tante nuove avventure!   

Sereno Natale ai nostri atleti, ai nostri coach, alle loro famiglie.

Ultima di andata per l’U16M

Sabato 8 dicembre, trasferta a Rovigo contro la capolista per l’Under16 Montagnanese. A dispetto del punteggio finale, penalizzato senz’altro dalla nostra costanza nel non centrare mai il canestro, devo dire che forse questa è stata la miglior gara finora giocata dai nostri ragazzi. Probabilmente, la consapevolezza di non avere nulla da perdere ha fatto si che si affrontasse la partita senza particolari tensioni: sicuramente, abbiamo colto di sorpresa l’avversario con il nostro dominio del gioco ad inizio gara ed infatti, dopo soli 4 minuti di gioco, al punteggio di 0-5, coach Migliorini ha subito chiamato time-out per mescolare le carte del suo mazzo e cambiare gioco consentendoci, nei minuti restanti, di realizzare un solo punto. Un dominio, è giusto precisare, derivato da un buon gioco nostro, non da defaillance dell’avversario, a dimostrazione che “tenendo sotto controllo le emozioni”, nelle gare da giocare potremo fare meglio e avremmo potuto fare meglio in alcune gare inspiegabilmente perse di questo girone di andata.

Ci hanno penalizzato tanto, il parziale del primo (6 punti) e del terzo quarto (2 punti); è anche una buona cosa, vedendo i risultati di Rovigo con altre squadre con le quali noi abbiamo faticato a vincere o perso, aver preso “solo” 68 punti. Abbiamo giocato bene in difesa, specie nei primi due quarti ed eravamo abbastanza pronti ai rimbalzi o ad intercettare i passaggi degli avversari. Per il resto, Rovigo predominava tecnicamente e fisicamente.

Seppure anche loro abbiano sbagliato parecchio, noi abbiamo veramente mancato canestri scontati e perso palloni facili. Dobbiamo davvero darci dentro di più durante gli allenamenti: siamo ormai in una categoria in cui si inizia a giocare il basket da adulti, che non perdona la minima distrazione e lavorare bene in allenamento è fondamentale perchè tanto c’è ancora (giustamente), da imparare. La partita altro non è che la messa in campo di quanto si è appreso durante la settimana, non conta tanto il punteggio ma quello che è importante è verificare il risultato dei nostri sforzi. Perciò testa sulle spalle e andiamo avanti su questa strada, ben determinati ad ottenere le gratificazioni che, lavorando sodo, sicuramente ci guadagneremo.

Sabato 15 dicembre, giochiamo a Solesino la prima di ritorno. La gara di andata non è stata il massimo, ma da allora si è lavorato abbastanza: diamo il nostro meglio, il nostro massimo.

A.S.D. NUOVO BASKET ROVIGO 68 – 31 A.S.D. PALLACANESTRO MONTAGNANA

Pall. Montagnana: Dal Santo 4, Valarin 6 (2). Dovigo 8 (1), Brognara 9, Vecchiato 10, Garolla 11 (2), Pastorello 13, Cattò 14 (2), Paganin 15 (6), Toniolo 16 (16), Pieropan 17 (2), Lupato 19. Coach: Comisso A.

 

Continuano le soddisfazioni per gli Aquilotti

Sabato 01 dicembre, altra vittoria in casa per la squadra Aquilotti che, sotto l’ottima direzione di Fabio Gemmo e l’aiuto Francesco Rizzo, porta a casa una bella vittoria contro Conselve. Infortuni e malanni di stagione non hanno permesso di schierare la squadra al completo, gli undici convocati se la sono comunque cavata egregiamente.

Entrano in campo, a tastare gli avversari, Dal Santo Emanuele, Ewenike Steven, Pozzobon Lorenzo e Ortoman Alessandro che portano a casa il tempo con un parziale di 4-1. Il secondo tempo, vede in campo D’Amico Camalda Achille, Borin Mirko, Spimpolo Giacomo ed Ewenike Rowland, che poco lasciano fare agli avversari e chiudono il tempo con 8-2. Il terzo quarto, invece, è dominato (in punteggio e dimensioni), dagli avversari, che portano a casa il primo vantaggio 4-8.

Il primo tempo si chiude con due tempi vinti da Montagnana e un tempo dove però ha ben padroneggiato Conselve, perciò non c’è da stare tanto tranquilli ed infatti all’intervallo, poche parole da parte degli istruttori e tanto lavoro in campo.

Alla ripartenza, Conselve la fa da padrona e vince il tempo con ben 10 punti contro i nostri soli 2. Fabio Gemmo non si perde d’animo e parla ai suoi ragazzi spronandoli a mantenere attenzione sull’avversario, ma anche il quinto tempo si presenta difficoltoso, per quanto equilibrato, e si chiude con un parziale di 2-2.

Arriva l’ultimo tempo e le squadre sono alla pari: due vittorie ed un pareggio a testa. Bisogna giocare il tutto per tutto per vincere la gara.  E infatti si parte con la marcia innestata e nessuno riesce a fermare Ewenike Rowland che, grazie ad un buon gioco di squadra, riesce a realizzare ottimi canestri che ci garantiscono di vincere il tempo e la partita.

Ancora una partita (a Selvazzano domenica 16/12), e poi sarà conclusa questa fase dei Winter Game che non può che vederci soddisfatti di come si è giocato e di come sta crescendo uniformemente la squadra: i nuovi entrati, nonostante giochino da pochi mesi, sono sicuramente ben inseriti. Quello che dall’esterno si vede è che, comunque, tutti stanno dimostrando passione e voglia di migliorarsi e di questo dobbiamo essere proprio orgogliosi!

Pallacanestro Montagnana:  10 Dal Santo Emanuele, 11 Filippi Lorenzo (2), 12 D’Amico Camalda Achille (4), 13 Borin Mirko, 14 Ewenike Steven (2), 15 Danese Mattia, 16 Pozzobon Lorenzo (6), 17 Spimpolo Giacomo (2), 19 Ortoman Alessandro, 20 Benetti Alessio (2), 21 Ewenike Rowland (19) – Istruttore: Fabio Gemmo; Aiuto: Francesco Rizzo.

 

Seconda impresa per il Pink Basket

Le ragazze della Pallacanestro Montagnana hanno disputato la seconda gara del campionato Under 15 CSI, incontrando in trasferta la squadra di Noventa Padovana. Ecco alcune considerazioni estrapolate a caldo a Coach Bianchini.

“Ci siamo proposti di giocare liberi e di divertirci, e questo abbiamo fatto al di là del punteggio finale. La squadra è indubbiamente cresciuta rispetto alle partite precedenti: più passaggi, più contropiede, più difesa con il recupero di molti palloni per infrazione degli 8 secondi,  più gioco collettivo.

La migliore disposizione in attacco ha permesso ad ogni giocatrice di prendersi lo spazio per 1c1 e di giocare con le compagne.    Giunge allora giusta una domanda: ma perché abbiamo segnato così poco e subito così tanti canestri?

Sintetizzo il tutto dicendo che dobbiamo smettere di bussare alla porta dell’avversario chiedendo gentilmente di fare qualche canestro  e difendere con più continuità e sopratutto bisogna segnare canestro;

“DETERMINAZIONE” e “CONVINZIONE DEI PROPRI MEZZI” la chiave.

Dobbiamo essere fiere di ciò che facciamo perché sappiamo che ci alleniamo per crescere”.

Ed ora, le considerazioni di un’atleta, Francesca:”La seconda partita di campionato si è svolta il 25 novembre presso il palazzetto di Noventa Padovana. Durante il viaggio, avevamo ansia ed agitazione; però, quando siamo entrate in campo per fare i nostri primi canestri, eravamo molto determinate a raggiungere il nostro obiettivo.

Le avversarie erano toste, ma i primi due tempi siamo riuscite a contenerle. Negli ultimi due tempi, invece, hanno iniziato ad essere più aggressive facendo molti canestri. A questo punto, abbiamo puntato sulla difesa e qualche canestro siamo riuscite ad evitarlo. Alla fine siamo state soddisfatte della partita, perchè rispetto le precedenti, siamo migliorate”.

Risultato finale: Noventa Padovana 73 – 21 Montagnana

RISULTATI PARZIALI

1° periodo 17 – 8; 2° periodo 20 – 1;
3° periodo 20 – 6; 4° periodo 16 – 6.

 

di Staff Pall. Montagnana

Under16 Monselice 44 – 42 Pall. Montagnana

Rieccoci, amici e tifosi della nostra Under16: dopo la brutta sconfitta patita in trasferta contro il Bagnolo domenica scorsa, siamo oggi impegnati a Monselice, in quello che si può chiamare il derby della Rocca,  contro i pari età del Beavers.

Giusto per statistica, i Beavers Monselice li abbiamo già incontrati la passata stagione vincendo sia all’andata che al ritorno, quindi aspettiamoci una squadra che medita la rivincita. Dopo la consueta fase di riscaldamento, i due quintetti sono schierati per l’inizio della partita. Si parte e, dopo pochi minuti di gioco, la nostra squadra è sotto di 6 punti. Evidente, in questo inizio gara, l’incapacità di difendere: perdiamo regolarmente le marcature con conseguenti falli commessi; gli avversari sono schierati nella loro metà campo in modo da impedirci le entrate per il terzo tempo e non possiamo fare affidamento su nostri tiri da fuori area per far salire il punteggio. Il primo quarto scivola via impietoso con un parziale di 6 a 16.

La seconda frazione di gioco è pressoché gemella della prima, nonostante il coach provi più volte a dare una scossa alla squadra con cambi e time out.  Subiamo pesantemente le iniziative degli avversari e anche sugli spalti dobbiamo sopportare il tifo dei locali che, purtroppo, hanno più occasioni di noi per esultare. Il primo tempo finisce, contro ogni aspettativa pregara, con un bagno di sangue: 13 a 31.
Con il morale sotto i tacchi, ci prepariamo alla seconda parte del match,  perlomeno sperando in un risultato finale meno pesante e a una reazione dei ragazzi. Ebbene il bello dello sport è proprio questo:  l’imprevedibilita’, un piccolo particolare che stravolge una gara che sembrava già segnata: Passando dalla difesa a uomo a quella a zona, gli avversari sono colti impreparati; approfittiamo di questo e della ritrovata vena dei nostri ragazzi, per realizzare una rimonta che ha dell’incredibile, confrontata ai quarti precedenti: giocando un quarto perfetto, dove c’è tutto il cuore e l’impegno della nostra squadra, chiudiamo 22 a 6 a nostro favore che significa portare il punteggio a 35 a 37 e partita riaperta.
Gli ultimi 10 minuti di gara sono molto equilibrati, abbiamo speso molto, la fortuna e l’arbitro non ci aiutano, lottiamo fino alla fine, con molta tensione in campo e in tribuna. E’ un testa a testa all’ultimo secondo e non riusciamo a recuperare gli ultimi 2 punti di vantaggio per i Beavers che vincono la loro prima partita di campionato, con il punteggio di 44 a 42.
Che dire….sicuramente potevamo anche vincere, tuttavia il gap dopo il primo tempo era abissale e di più non potevamo chiedere.
Ora rimbocchiamoci le maniche e prepariamoci alla prossima gara.

di Bertazzini G.

Quarta di campionato vittoriosa per gli Aquilotti montagnanesi.

Crescono partita dopo partita gli Aquilotti Montagnanesi, guidati da Fabio Gemmo e Francesco Rizzo.Sabato 17 novembre alle ore 18 hanno calcato il “parquet” della Palestra di casa: Achille D’Amico Camalda (12), Mirko Borin (13), Alessio Benetti (14), Lorenzo Filippi (15), Stephen Ewenike (16), Lorenzo Pozzobon (17), Giacomo Spimpolo (18), Marco Casumaro (19), Alessandro Ortoman (20) e Roland Ewenike (21), per il quarto impegno di campionato contro U.S. ARCELLA. Dopo l’avvio bruciante (10 a 0) dei padroni di casa, gli ospiti rimontano strappando un pareggio (4 a 4) nel secondo sesto ed una vittoria (0 a 4) nel terzo sesto.

Le squadre entrano, quindi,  negli spogliatoi per il meritato riposo, in perfetta parità con una vittoria, un pareggio ed una sconfitta ciascuna.

Al rientro, i locali mettono al sicuro il risultato con due parziali favorevoli (9 a 2 e 6 a 2), lasciando solamente l’ultimo sesto (0 a 6) ai padovani. Il tabellino marcatori degli Aquilotti Montagnanesi vede  Lorenzo Pozzobon con 13 punti (6 canestri ed 1 tiro libero), Stephen Ewenike (6), Achille D’Amico Camalda e Roland Ewenike (4), Alessandro Ortoman con 2 punti. Per la cronaca, segnaliamo l’incidente occorso ad un giocatore della squadra ospite che per qualche minuto ha lasciato tutti con il fiato sospeso, finchè il sollecito intervento dello staff ospite e l’immediato arrivo dell’ambulanza, in via precauzionale, hanno tranquillizzato subito tutti.

Punteggio finale:  PALLACANESTRO MONTAGNANA  13    –    U.S. ACELLA  11

Arbitro:  Andrea Cattò.

Segnapunti:   Filippo D’Amico Camalda.

Cronometrista:   Alessandro Pozzobon.

di Casumaro R.

Incontro casalingo con la “bestia nera”…

di Renzo Casumaro

Gli “aquilotti” montagnanesi, dopo la bella e vittoriosa trasferta di domenica 28 ottobre in quel di Battaglia Terme (48 a 6), dove si sono distinti Achille D’Amico Camalda e Roland Ewenike rispettivamente con 14 e 16 punti, domenica  11 novembre hanno affrontato nella seconda partita casalinga la squadra del REDENTORE ESTE.

Dopo un avvio al fulmicotone, con il quartetto Achille D’Amico Camalda (6 punti), Alessio Benetti (2), Lorenzo Pozzobon (4) e Roland Ewenike (6) per un parziale di 18 a 0, sembrava che fosse la volta buona per sfatare la maledizione che ci vede sempre soccombere contro il REDENTORE ESTE.

Nel secondo (0 a 12) e terzo tempo (2 a 14), invece, gli avversari si riprendono subito, lasciandoci solamente fare un unico canestro, realizzato da Fabio Fiore con un contropiede veloce e solitario. Quindi, all’intervallo si va negli spogliatoi con 2 tempi e 26 punti a favore del Redentore e 1 tempo e 20 punti per i locali.

Al rientro dagli spogliatoi “coach” Fabio Gemmo tenta di mischiare le carte e per il quarto tempo manda in campo Achille D’Amico Camalda (4 punti), Marco Casumaro, Alessio Benetti e Lorenzo Pozzobon, strappando un pareggio 4 a 4, cosa che per altro gli riesce anche nel quinto tempo con il quartetto composto da Mattia Danese, Fabio Fiore (2), Ortoman Alessandro (2) e Giacomo Spimpolo. Il quartetto dell’ultimo tempo, Mirko Borin (2), Lorenzo Filippi (2), Giacomo Simpolo (2) e Roland Ewenike (2), pur vincendo per 8 a 4, non riuscirà nell’impresa di sconfiggere ai punti la nostra “bestia nera” REDENTORE ESTE. In compenso, grazie al sistema complesso di conteggio punti del minibasket, la partita è ufficialmente chiusa in pareggio 12-12.

Comunque, una differenza punti di 2 vuol ben significare che gli Aquilotti sono cresciuti tantissimo, tra un incontro e l’altro col Redentore, e che hanno grinta e spirito di squadra da vendere!

Prossimo impegno ancora in casa, sabato 17/11/2018 ore 18.00 contro Arcella.

Vi aspettiamo!

U15F: LA MIA PRIMA PARTITA

La prima cosa che mi viene in mente pensando alla mia  prima partita di campionato, è sicuramente che E’ STATA IMPEGNATIVA. La seconda, è che abbiamo cercato di fare il meglio possibile o, almeno, io ci ho provato.

Penso che tutte quante, prima di inizio gara, abbiamo avuto un momento di ansia e di paura che abbiamo affrontato una volta entrate in campo. Le avversarie erano forti; noi, invece, abbastanza disorganizzate per quanto riguarda la disposizione in campo. Riguardo l’attacco, dobbiamo migliorare ancora mentre, per la difesa, sono soddisfatta: abbiamo fatto molto meglio rispetto alla volta precedente e abbiamo lavorato molto in allenamento, nonostante il punteggio possa far pensare al contrario.

Nonostante abbiamo perso, abbiamo affrontato tutto serenamente, pensando alle altre partite che abbiamo davanti; dobbiamo prendere il punteggio di questa partita come punto di riferimento per fare meglio, d’ora in avanti. Credo che avere perso, ci renderà più forti perchè cercheremo sicuramente di migliorare e dare il meglio di noi nelle prossime partite.

(El Moustamid Chada)

U15 Pink Montagnana – Baseka

Prima di campionato per l’Under15 Femminile che sabato 11 novembre ha incontrato tra le mura del palazzetto di casa, la squadra di Baseka (Bagnolo di Po, Sermide e Castelnovo Bariano).

Siete scese in campo con addosso un gran timore per questo avversario, ritenuto ostico per come era andata l’amichevole giocata il mese scorso. Se a questo aggiungiamo l’emozione incredibile che tutte sentivate, si spiega benissimo lo stato di stallo in cui è trascorso il primo tempo di gara: il primo quarto chiuso con un 6 – 24, il secondo  1 – 24 con totale dominio in campo di Baseka.

Probabilmente, durante l’intervallo, il Coach è riuscito a sbloccarvi dall’impasse e riportarvi con i piedi in campo: il terzo e quarto quarto sono andati un po’ meglio e qualche punto l’avete portato a casa (8 -17; 5-5). Si sono visti tanti, tanti errori: per emozione o per inesperienza; ci stanno tutti perchè ricordiamo che alcune di voi si allenano da un anno, altre da pochi mesi, perciò non dovete certo avvilirvi. Però, qualcosa  si è sbagliato nonostante in allenamento si fosse provato e riprovato: questo vi insegna che bisogna entrare in campo oltre che con le gambe, con la giusta concentrazione e una buona dose di determinazione e “cattiveria”. Dovete lavorare oltre che sulla tecnica, sul carattere ed imparare ad essere più sicure di voi stesse e meno “gentili”.

Adesso avete due settimane per lavorare sodo, prima della trasferta a Noventa Padovana di domenica 25/11. Non conoscete questo avversario, perciò partite convinte di essere voi le più forti e giocatevela dall’inizio alla fine!!!