Incontro casalingo con la “bestia nera”…

di Renzo Casumaro

Gli “aquilotti” montagnanesi, dopo la bella e vittoriosa trasferta di domenica 28 ottobre in quel di Battaglia Terme (48 a 6), dove si sono distinti Achille D’Amico Camalda e Roland Ewenike rispettivamente con 14 e 16 punti, domenica  11 novembre hanno affrontato nella seconda partita casalinga la squadra del REDENTORE ESTE.

Dopo un avvio al fulmicotone, con il quartetto Achille D’Amico Camalda (6 punti), Alessio Benetti (2), Lorenzo Pozzobon (4) e Roland Ewenike (6) per un parziale di 18 a 0, sembrava che fosse la volta buona per sfatare la maledizione che ci vede sempre soccombere contro il REDENTORE ESTE.

Nel secondo (0 a 12) e terzo tempo (2 a 14), invece, gli avversari si riprendono subito, lasciandoci solamente fare un unico canestro, realizzato da Fabio Fiore con un contropiede veloce e solitario. Quindi, all’intervallo si va negli spogliatoi con 2 tempi e 26 punti a favore del Redentore e 1 tempo e 20 punti per i locali.

Al rientro dagli spogliatoi “coach” Fabio Gemmo tenta di mischiare le carte e per il quarto tempo manda in campo Achille D’Amico Camalda (4 punti), Marco Casumaro, Alessio Benetti e Lorenzo Pozzobon, strappando un pareggio 4 a 4, cosa che per altro gli riesce anche nel quinto tempo con il quartetto composto da Mattia Danese, Fabio Fiore (2), Ortoman Alessandro (2) e Giacomo Spimpolo. Il quartetto dell’ultimo tempo, Mirko Borin (2), Lorenzo Filippi (2), Giacomo Simpolo (2) e Roland Ewenike (2), pur vincendo per 8 a 4, non riuscirà nell’impresa di sconfiggere ai punti la nostra “bestia nera” REDENTORE ESTE. In compenso, grazie al sistema complesso di conteggio punti del minibasket, la partita è ufficialmente chiusa in pareggio 12-12.

Comunque, una differenza punti di 2 vuol ben significare che gli Aquilotti sono cresciuti tantissimo, tra un incontro e l’altro col Redentore, e che hanno grinta e spirito di squadra da vendere!

Prossimo impegno ancora in casa, sabato 17/11/2018 ore 18.00 contro Arcella.

Vi aspettiamo!

Share

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *